Personal branding: 5 colori da indossare in rete

Guest post scritto da Giulia Tedesco

i colori da indossare

Nell’era del “rumore” generato dalla comunicazione 2.0 e dal social media marketing, la silenziosa comunicazione non verbale assume un ruolo di primaria importanza nel contesto assordante in cui siamo costantemente immersi. In rete, non vince più chi fa “la voce grossa”, come accadeva qualche anno fa, ma chi spende poche ed efficaci parole nel momento giusto. La gente, infatti, a causa del chiassoso mondo della rete fatto di innumerevoli parole, è sempre meno disposta ad ascoltare i logorroici e petulanti digital marketer.
L’attenzione che gli user della rete prestano ai fiumi di messaggi generati da professionisti che vogliono dire la loro, su prodotti e su servizi offerti, si limita solamente a una manciata di secondi. Lo stesso tempo che impiega mediamente un recruiter su un profilo LinkedIn, per la selezione di potenziali candidati per ricoprire posizioni vacanti nelle aziende che rappresentano.
Dunque, se sono un neolaureato in cerca di lavoro o un professionista nel settore assicurativo in cerca di clienti, come faccio a catturare in così poco tempo l’attenzione del mio target di riferimento? Semplice, attraverso un’immagine fotografica che ti rappresenti al meglio. Tutti i network moderni, si pensi a LinkedIn, Facebook o Twitter, ti permettono di poter scegliere un’immagine del profilo da mostrare al tuo pubblico.
Bene, non scegliere quella più bella, scegli quella più “comunicativa”. Oggi, soprattutto nel mondo della rete dove non vi è alcuno contatto fisico, possiamo affermare con estrema certezza che “l’abito fa il monaco”. Indossare il colore giusto e il tipo di sorriso/espressione in linea con la tua strategia comunicativa, predispone maggiormente il tuo target di riferimento all’ascolto.

Cerchiamo di capire meglio quali sono i colori da indossare in rete e perché è importante scegliere quello giusto.

Molte persone conoscono l’impatto che un determinato colore ha sull’immagine di se che viene proiettata all’esterno ma pochi sono a conoscenza dell’impatto psicologico che comporta un determinato colore sui nostri clienti o interlocutori in ambito lavorativo. Infatti, un colore ha un impatto di circa 6 volte maggiore di qualsiasi altra cosa che indossiamo. E nell’era del web 2.0, dove la nostra reputazione online è costruita attraverso testi e soprattutto immagini, il colore contribuisce in maniera non indifferente alla percezione che gli altri hanno di noi nella vita reale.
Dunque, Indossare il colore giusto nelle nostre fotografie renderà la nostra strategia di personal branding in rete ancora più efficace.

Vediamo quali sono i 5 colori da indossare per rendere più efficace la nostra strategia comunicativa.

Nero

marta conte nero

Il nero è il colore del potere, dell’autorità e del controllo. In molte situazioni risulta essere intimidatorio e minaccioso.

q
E’ un colore che non favorisce la comunicazione bidirezionale, per questo motivo, i salesman di grandi aziende, indossano abiti neri realizzando numerose vendite ma non instaurando grandi rapporti di amicizia con i loro clienti.
E’ il colore prediletto anche dai top manager di successo, dove anche grazie all’utilizzo del nero, rafforzano la loro posizione dominante all’interno delle aziende.

luca-cordero-di-montezemolo nero-1

Il nero è anche il colore associato all’intelligenza, basti pensare alle toghe nere usate per i neolaureati in fase di proclamazione o all’effetto che danno gli occhiali con una montatura nera sul volto di una persona.

nero5

Infine è il colore dell’eleganza e della seduzione, per questa ragione è il colore dominante nelle campagne di comunicazione dei brand di lusso e di intimo.

Ma attenzione a non esagerare con questo colore, infatti, se la trama non è spezzata da altri colori, è facile portare l’interlocutore a una variazione negativa dell’umore.

Chi dovrebbe usarlo?

  • Direttori e manager di dipartimento e professionisti che operano in ambito commerciale e legale.
  • Professionisti in ambito commerciale operanti nel settore lusso, come i retail manager dei luxury brand.

Bianco

marta conte bianco igiene

Il bianco, al contrario, è un colore neutrale che conferisce all’interlocutore calma e imparzialità. Ma è soprattutto il colore associato all’igiene e alla pulizia, ed è per questo utile nella comunicazione relativa ai settori in cui l’igiene è un must, come in quello medico o odontoiatrico.

Umberto_Veronesi_1

Ma è anche il colore della purezza e dell’integrità. Per esempio, se sei un neo laureato senza esperienza, indossare questo colore nella foto allegata al tuo cv o alla tua foto profilo di LinkedIn, ti farà apparire agli occhi dei Recruiter che stanno cercando giovani neo laureati da formare, come una intatta tela bianca su cui poter scrivere.

marta conte bianco

Chi dovrebbe usarlo?

  • Professionisti nel settore medico e odontoiatrico
  • Professionisti operanti nel settore dell’igiene e della pulizia
  • Neo laureati in cerca di lavoro

Rosso

marta conte rosso 2

Fisiologicamente, il rosso incrementa i battiti cardiaci e la pressione sanguigna. Stimola inoltre l’appetito (non a caso è il colore prediletto da fast food e aziende di ristorazione) e il desiderio sessuale (pensate all’effetto che hanno tacchi a spillo rossi sugli uomini). Evoca nell’interlocutore una sensazione di sottomissione, conferendo “potere” a chi lo indossa, non a caso è uno dei colori più utilizzati dalle manager aziendali di successo.

donna-manager

Tra tutti i colori da indossare, è quello che più di tutti, riesce ad attirare maggiormente l’attenzione. Attenzione a non esagerare, in quanto un eccessivo uso del rosso creare un senso di stanchezza e di ansia nell’interlocutore. E’ un colore che va utilizzato a piccole dosi, per esempio nel caso partecipiate a un business event in cui sapete già che le foto saranno oggetto di pubblicazione, indossare in parte il rosso (una cravatta rossa su un abito blu nel caso degli uomini o un sottagiacca rosso o un paio di orecchini di corallo nel caso delle donne) vi aiuterà a rendere più visibile il vostro volto rispetto a quello dei vostri colleghi senza generare sensazioni negative.

Chi dovrebbe indossarlo?

  • Manager di sesso femminile che vogliono apparire più autoritarie.
  • Tutti i professionisti che vogliono distinguersi in un business event o in un qualsiasi ambiente formale dando risalto alla propria immagine.
  •  Professionisti operanti nel settore dell’eros

Blu

marta conte blu 2 
Universalmente, è il colore favorito da un maggior numero di persone. Conferisce fiducia e affidabilità a chi lo indossa, contribuendo a costruire e incrementare il livello di engagement con il proprio target.
E’ il colore in assoluto prediletto dai professionisti operanti nel settore bancario, assicurativo e finanziario, dove il rapporto di fiducia e l’affidabilità sono alla base del loro business.

Salvatore-Rossi-dir-banca-italia

Chi dovrebbe utilizzarlo?

Tutti i professionisti che hanno bisogno di instaurare un rapporto di fiducia con il proprio cliente.

Viola

marta conte viola

Fisiologicamente, accresce nella gente il senso estetico e stimola la capacità di produrre idee creative. Tra tutti i colori da indossare, è il prediletto dei direttori creativi, designer, musicisti, scrittori e make-up artist di tutto il mondo.

Mazda-Creative-Director-Kevin-Rice-01-720x480Karl-lagerfeld

E’ anche il colore della nobiltà e del benessere.

kate purpleblog_queen-elizabeth-ii-purple-hat

Chi dovrebbe utilizzarlo?

Tutti i professionisti operanti nel settore creativo.

Giulia Tedesco

Giulia Tedesco

Mi occupo di visual marketing e fotografia digitale per Communia, un’agenzia specializzata nella comunicazione web. Credo fortemente nel potere della comunicazione visiva come arma di persuasione.
Giulia Tedesco

Latest posts by Giulia Tedesco (see all)

Related posts:

Lascia un commento

Shares