I 4 pilastri base della Lead Generation

Oggi ti voglio parlare di una delle strategie di Web Marketing che può essere applicata in qualunque business e che ti permette di avere un ritorno su potenziali clienti praticamente immediato.

Parliamo di Lead Generation.

pilastri-lead-generation-marketing-creativo

La Lead generation in Italia sta, ormai da qualche tempo, avendo un attenzione particolare, con le conseguenze a volte di trovarsi di fronte a funnel di vendita digitali che non vengono creati, ottimizzati e gestiti come invece dovrebbero.

Da qui nasce la voglia di scriverti questo articolo per dare una definizione della più semplice strategia di Lead Generation che puoi implementare sui tuoi prodotti o sul tuo business e quali sono i passaggi successivi a cui dovrai prestare attenzione.

La Lead generation di cui ti parlerò oggi si compone di 3 passaggi più un ultimo passaggio di nutrimento e recupero, per un totale di 4 step che dovrai seguire:

Partiamo con il primo “ Il Traffico “

Il Traffico è fondamentale per portare utenti in target verso il tuo sito internet, oltre a quelli che farai arrivare tu con il posizionamento del tuo sito o del tuo blog sulla tua landing page di destinazione, per avere maggiore traffico dovrai pianificare di investire un budget sui principali Social Network per creare campagne promozionali.

I principali Social Network dove andare a lavorare per individuare il target ottimale per la tua landing page sono ovviamente Facebook, che ad oggi è probabilmente la maggior fonte di traffico qualificato al prezzo più basso sul mercato, Google con Adwords sempre un must da utilizzare, Twitter che grazie alla sua capacità di lavorare one to one e sulle relazione può essere vantaggioso e per ultimo, ma non meno importante, LinkedIn il social Business per eccellenza.

E’ molto importante che il tuo pubblico sia in target, per evitare di investire budget che non vengano convertiti e soprattutto ti consiglio di non affacciarti ad una campagna genera traffico realizzando un solo contenuto o una sola immagine, testa più che puoi, inserisci più immagini e più testi e dopo le prime 24-48 ore inizia ad ottimizzare quelle che convertono maggiormente verso la tua landing page e blocca quelle meno performanti.

Il secondo step che affrontiamo è la tua landing page

La landing page è la tua pagina, la miglior pagina, di vendita che tu potevi creare.

Deve racchiudere il meglio della tua offerta e ove possibile le riprove sociali di chi già ha usufruito del tuo prodotto o ha acquistato il tuo servizio.
Inoltre la tua pagina di atterraggio dovrà avere obiettivi e messaggi chiari, con una call to action ben visibile e perentoria!
Realizzare una landing page efficace è il secondo step fondamentale della tua strategia di Lead Generation.

Come puoi realizzare una Landing Page efficace:

  • Dai continuità, la tua landing page deve accogliere il tuo utente con lo stesso messaggio che lo ha conquistato nella tua campagna di generazione traffico
  • Usa form da compilare semplici e con pochi campi, non ti sto consigliando di non usare form lunghi, ma sappi che più dati chiedi meno conversioni otterrai.
  • Usa una Headline efficace.
  • Call to action sia nella prima parte della pagina senza fare lo scroll, sia in fondo a chiusura della pagina.

La regola di testare più versioni di campagne di generazione traffico, vale anche per le Landing Page quindi non ti accontentare di una sola versione, ma sperimenta nuovi colori, versioni lunghe e versioni corte, fino ad individuare quella che per il tuo target si rivela la migliore.

Il terzo Step è la conversione.

La conversione del tuo utente è appena avvenuta, hai ricevuto l’avviso che il Signor Mario è interessato al tuo prodotto.

Cosa fare ora?

Sappi che prima lo contatterai e più caldo sarà il tuo utente, consigliato nei primi 50 minuti dalla compilazione del form.

“ Se il nostro cliente è interessato ma non pronto all’acquisto.”

Questo ovviamente è ovviamente il quarto step.

Ecco questa sicuramente per te non è una bella notizia, ma sappi che il budget che hai investito non è andato sprecato, ma ha solo bisogno di un po’ più di tempo per convertire.

Infatti se il tuo cliente non è ancora pronto a passare da Lead a Cliente, deve entrare in una fase di nutrimento, definita Lead Nurturing.

Il Lead nurturing lo puoi effettuare con software di Mail Marketing, come Getresponse che utilizzo personalmente, appena il tuo utente entra nel processo dovrà ricevere dei messaggi preimpostati che lo porteranno ad acquisire informazioni, qualità, virtù, su di te, sul tuo prodotto o sul tuo servizio preparandolo così ad un secondo tentativo di conversione dopo i primi 30 giorni.

Ecco spiegate le 4 fasi di Lead Generation che puoi utilizzare per il marketing del tuo business, ricorda che più i passaggi saranno ottimizzati e più le conversioni aumenteranno.

Davide Bellomi

Davide Bellomi

Sono un Imprenditore, Marketer, Autore di Ebook, Blogger e Innovatore digitale. Sono il primo che ha incontrato e incontra quotidianamente la tua medesima realtà e i tuoi stessi problemi, quindi so benissimo che ogni tuo investimento deve essere misurato e strategico con un Roi, Ritorno sull'investimento, sul tuo business che sia on line o off line. Per questo come consulente di Web Marketing so che il tuo obiettivo vero e unico è quello di avere clienti fin da subito!
Davide Bellomi

Latest posts by Davide Bellomi (see all)

Related posts:

Lascia un commento

Shares