Facebook vs Email Marketing: ne rimarrà soltanto uno

A tutti noi piace avere una pagina Facebook con tanti ‘like’. Siamo disposti anche ad investire denaro pur di risultare come ‘influencer’ agli occhi di chi ci guarda.

Tuttavia, alla domanda: Quanti clienti porta Facebook al tuo business? Ben pochi riuscirebbero a rispondere.

Allora perché non puntare su un canale più efficace?

FacebookVsEmail-marketing-creativo

Dammi il tuo indirizzo email e ti darò cosa vuoi

Ultimamente Facebook ha reso noto che i nostri post vengono visualizzati solo dal 16% dei nostri followers. Questo per un unico e semplice motivo: Il Social Network in blu vuole che tu investa nella sua piattaforma a pagamento per pubblicizzare i tuoi contenuti.

Hai notato il pulsante ‘promuovi’ alla fine del tuo post? Ti rivelo un segreto: Si paga! :)

Non finisce qui.

Come facciamo a sapere quanti dei nostri follower siano veramente attivi e in che cosa specificatamente?

Tutti questi punti interrogativi sono per il nostro marketing come la criptonite per Superman. Non sarebbe allora meglio investire in qualcosa che ci dia maggior controllo sui nostri potenziali clienti?

Come la mailing list per esempio!

Grazie a piattaforme come AWeber o Mailchimp – che consiglio, visto che fino a 2000 iscritti è gratis – possiamo gestire gli utenti in maniera eccellente senza punti interrogativi.

Sappiamo benissimo a chi interessa cosa e quali dei nostri contenuti abbiano un ‘open rate’ più alto o quali convertano meglio.

Mailining list: Come farla diventare accattivante

In molti pensano che creare una mailing list significhi tartassare i propri utenti con le ultime novità del proprio sito; in realtà uno dei modi più efficaci per usare una newsletter è quello di preparare gli utenti alla vendita.

Fate largo al pre-selling

Grazie alla nostra bella mailing list, possiamo segmentare il pubblico in più gruppi basati sui loro interessi.

A chi ama i contenuti inerenti all’SEO per esempio, non manderemo mai articoli relativi a Google Adwords.

Una volta individuati questi segmenti, possiamo creare contenuti ad-hoc che stimolino l’interesse verso un prodotto od un servizio che offriamo.

Questa è una strategia per convertire il nostro ‘cold prospect’ (potenziale cliente) in ‘warm prospect’, ovvero cliente pronto ad essere convertito. Caliente!

Acquisition e Retention Campaign

Lascia stare il vocabolario, ci penso io: Campagna di Aquisizione e Conservazione :)

Molti di noi si focalizzano nell’acquisizione di nuovi clienti. Ci perdono giorni e soldi. Questo va bene se si parte da zero, se però si ha una mailing list con centinaia di contatti, rappresenterebbe un errore enorme!

Il più delle volte, si investe il 99% delle risorse per campagne di acquisizione e l’1% per quelle di conservazione.

Dimmi, quante volte hai contattato i tuoi vecchi clienti per farli partecipe di un nuovo prodotto o una nuova offerta?

Diamo per scontato che queste persone se interessate, daranno un’occhiata da sole al nostro sito web, magari regolarmente.

Sbagliato!

Tali clienti hanno la loro vita ed il tuo business è l’ultimo dei loro pensieri.

Tuttavia ti conoscono, si fidano di te e questo vuol dire che se intrigati da una nuova offerta, sarà più facile convertirli. Molto più di nuovi utenti che ancora non ti conoscono. Non solo, ‘risvegliare’ i tuoi clienti ti costerà molto meno che acquisirne di nuovi.
Ecco quindi che il vincitore tra Facebook e la Mailing list diventa chiaro.

Quanti post ricevi in confronto alle email?

Tutto ciò non vuol dire che avere una pagina piena di follower non sia importante, anzi! Però è vitale spostare al più presto questi utenti da Facebook ad una lista email.
Questo non ci permetterà solo di avere più controllo ma anche di essere immuni a cambiamenti di policy o trend che investono il social network.

Appare quindi chiaro di come sia più facile attirare l’attenzione di un utente tramite un’email, che sta lì e aspetta nell’inbox piuttosto che con un post che si perderà nella timeline di Facebook in pochi minuti.

Allora, dove hai deciso di investire le tue risorse oggi?

Angelo Bandiziol

Angelo Bandiziol

Classe 1981, imprenditore a tempo pieno e computer freak, vive tra il Regno Unito e la Slovacchia. Si occupa principalmente di psicologia e marketing; passione questa che ama condividere sul suo blog EspressoTriplo.com.
Angelo Bandiziol

Related posts:

Lascia un commento

Shares