neuromarketing

Esperimento di neuromarketing

Il neuromarketing è una tecnica di marketing che ha debuttato negli ultimi anni e sulla quale molte aziende stanno investendo. Sembra infatti che questa tecnica miri a individuare i canali di comunicazione più diretti ai processi decisionali d’acquisto. In poche parole, capire perché si decide di comprare un qualcosa basandosi sulle reazioni spontanee del corpo alla vista dell’oggetto.

Di recente un’azienda danese di accessori maschili ha condotto una ricerca di neuromarketing con un esperimento ed il loro scopo era  capire cosa il cliente veramente volesse. Si sono sempre chiesti infatti se gli uomini preferissero avere a che fare con pacchi duri o pacchi morbidi.

 

L’esperimento

L’esperimento è stato effettuato su 9 uomini di differenti nazionalità e appartenenti ad una fascia di età compresa tra i 22 ed i 34 anni. Ad ognuno è stato dato in mano un pacco duro e poi uno morbido, per poi successivamente chiedergli quale dei due preferissero. Per verificare la veridicità delle loro affermazioni è stato usato uno scanner cerebrale Emotiv posizionato sulla loro testa, il quale con 14 sensori capta le onde emesse dal cervello e le traduce in stimoli usando un software dedicato che riceve il segnale e lo traduce in informazioni utili.
Aiutati da Jesper Clement (noto professore di neuromarketing della Copenaghen Business School) sono stati processati i dati raccolti e trasformati in risultati. Ma siamo sicuri che essi non siano stati alterati da agenti esterni?

L’organizzazione ha prestato particolare attenzione a non contaminare i risultati con stimoli indesiderati, i soggetti dell’esperimento sono stati esaminati un una stanza chiusa dove solamente una videocamera, un microfono e luce artificiale erano presenti. Nessuno di loro era al corrente di che tipo di esperimento si trattasse, sapevano soltanto che riguardasse le onde cerebrali. Inoltre a 5 partecipanti è stato dato prima il regalo solido e agli altri 4 prima quello morbido.

I risultati…

… sono stati totalmente inaspettati per l’azienda che ha condotto la ricerca. Il 43% dei campioni ha espresso una preferenza per i pacchi morbidi ed il restante 66% per quelli duri, ma la loro mente è d’accordo con ciò che è stato detto?

Non del tutto, le onde raccolte dallo scanner ed il professor Clement, infatti, hanno dimostrato che più del 50% degli uomini esaminati ha detto una cosa, ma il loro cervello indicava totalmente l’opposto! Il tutto avviene a livello inconscio, dove, nonostante l’individuo è consciamente convinto di pensare un determinato fatto, la parte inconscia (ovvero quella della quale non ci rendiamo conto) potrebbe non essere d’accordo.

È corretto quindi dire che è stato riconfermato, grazie proprio a questa ricerca di mercato, che a volte le persone hanno difficoltà a prendere decisioni logiche; troviamo difficile dare spiegazioni riguardo le nostre scelte.

Il neuromarketing si sta rivelando molto utile, soprattutto negli ultimi anni, in cui la competizione globale si fa sempre più accesa. Ultimo dato interessante che emerge dalla ricerca è che circa l’88% degli uomini preferisce effettivamente pacchi morbidi a pacchi duri. Ecco come l’azienda ha capito che stavano andando nella direzione sbagliata distribuendo i loro prodotti in involucri duri.

Per ulteriori dettagli sulla ricerca di neuromarketing e per vedere il video dell’esperimento ecco il link alla fonte.

Luca Milani

Luca Milani

Sono uno studente di ingegneria meccanica, ma lavoro da tempo con SEO e content marketing
Luca Milani

Latest posts by Luca Milani (see all)

Related posts:

Lascia un commento

Shares