Dall’ idea di start up al cliente senza spendere soldi in pubblicità inutile

Non ho i soldi e le risorse delle grandi aziende e nonostante la mia sia un’ idea vincente non riuscirò mai a competere con questi colossi del business.

La verità è che se avessi le possibilità per farlo non sarebbe il modo corretto per lanciare una start up nel mercato.

 

La fine della pubblicità classica

Negli ultimi 30 anni la pubblicità è stata caratterizzata da una crescita costante, senza mai avere una battuta d’arresto.

Quello che però non è cresciuto e che al contrario è incredibilmente diminuito è l’ impatto della pubblicità.

Le persone sono esposte ogni giorno ad un numero incredibilmente elevato di messaggi pubblicitari che si sovrappongono l’ uno all’ altro generando un ritorno pari a zero.

La mente del tuo cliente ha uno spazio molto limitato, per cui  se non puoi arrivare per primo e conquistarlo attraverso il ricordo difficilmente potrai vincere la battaglia del business nel lungo periodo.

 

Come spingere un idea imprenditoriale e portarla nella casa del tuo cliente

Cos’è una start up?

La definizione classica si limita a descrivere una start up come quell’ impresa in cerca di un modello di business scalabile, ripetibile e profittevole.

Se ti interessa approfondire questo aspetto ti invito a dare un’ occhiata all’ articolo del blog di Startup Strategy.

C’è una componente indispensabile ad ogni nuova attività: la credibilità.

Così come nei rapporti interpersonali, anche nelle attività imprenditoriali la credibilità gioca un ruolo decisivo per il futuro di una start up.

Lascia che ti faccia una domanda così su due piedi: “ Credi ai messaggi pubblicitari ai quali sei esposto?”

Con molta probabilità no.

La pubblicità classica non è la strada che un imprenditore deve percorrere per lanciare una start up che necessita anzitutto di credibilità.

Le persone determinano cosa è credibile e cosa non lo è in base alle opinioni spontanee e non i messaggi unilaterali ed imposti della pubblicità.

 

Start up: come farsi conoscere usando la strategia giusta

Quando progetti una start up stai creando un nuovo brand, una nuova marca che deve attirare l’ attenzione, generare il ricordo a lungo termine e conquistare attributi positivi.

Un’ idea imprenditoriale ha bisogno di una crescita sana e costante senza forzare la mano servendosi di una comunicazione per nulla credibile e ormai obsoleta.

Mai come in questo momento storico attraverso una piccola realtà puoi generare un forte impatto nelle persone e trasformare una semplice idea imprenditoriale in un’ impresa di successo.

Il tuo compito come imprenditore e futuro o attuale fondatore della tua start-up è progettare un business servendoti di modelli e strategie che hanno lo scopo non solo di ridurre al minimo il margine di errore, ma anche di porre un solco tra la tua azienda e la concorrenza.

Puoi scaricare gratis un modello di business plan in excel sul blog www.startupstrategy.it nella sezione delle risorse gratuite

Una start up può crescere, e diventare una grande azienda solo se si approccia al business senza egoismo e utilizzando una comunicazione inclusiva nella quale sono i clienti stessi i primi grandi contributori del tuo successo.

Alla prossima!

Giovanni Iula

Giovanni Iula

Giovanni Iula è un imprenditore appasionato di start up e idee imprenditoriali vincenti.
Esperto di strategia maturata sul campo come imprenditore nel settore dell' hospitality e della consulenza strategica e finanziaria per le start up.
Dopo la laurea in Economia Europea all' Università degli Studi di Milano, ha conseguito due diplomi di Master:
Master in Agribusiness and Food Management presso l' Università di Parma e la Business School del Sole24Ore.
Master in Strategic Branding in the post social media era presso la Jude Business School of Cambridge (UK) ed è entrato a far parte della community degli imprenditori della stessa Business School.
Si occupa anche di Europrogettazione e accesso alle fonti di finanziamento con il ruolo riconosciuto dalla Comunità Europea di " Europrogettista certificato".
Giovanni Iula

Related posts:

Lascia un commento

Shares