Come tenere vivi gli iscritti alla newsletter anche d’estate

0 Flares 0 Flares ×

Ecco 7 consigli utili per portare nuovi iscritti alla vostra newsletter e mantenere alto l’interesse dei vostri lettori, anche durante le vacanze estive. 

 

1. Aspettati e accetta una caduta delle conversioni, è naturale

Una riduzione del livello di engagement durante l’estate non equivale a una riduzione del brand satisfaction.
Questo è il primo passo per concentrarsi, non su problemi inesistenti ma su possibili soluzioni e nuove strategie di raccolta di nuovi prospect.

 

2. Le persone non sono in ufficio, ma non sono offline

Anche se le persone non sono in ufficio le potete raggiungere in spiaggia, al mare, ovunque esse siano…le persone in vacanza non sono mai completamente offline. Basta semplicemente cambiare il device. Dimenticatevi quindi di laptop e  desktop, le persone in vacanza si raggiungono per lo più su smartphone e tablet. È davvero importante verificare che le vostre newsletter siano perfettamente visibili su mobile.
Se le vostre email non sono studiate per essere lette su smartphone, i lettori non faranno caso ai contenuti, anche se ben strutturati. Ma attenzione, oltre a verificare le newsletter, le DEM, fate attenzione che il vostro sito sia responsive e che non abbia problemi di visualizzazione su mobile.

 

3. I dati in estate non è che non sono inutili, ma hanno bisogno di essere risegmentati

I dati che raccogliete tutto l’anno e vi servono per fare delle previsioni, non sempre funzionano durante l’estate. Se durante l’anno il 20% dei consumatori sono clienti fidelizzati e contribuiscono all’80% dei profitti, durane le ferie questo non è più realmente vero. Per questo durante le vacanze possiamo provare una segmentazione diversa e risvegliare iscritti dormienti.
Prendi come base dati gli ultimi 6 mesi e suddividi gli iscritti in ATTIVI e NON attivi, suddividendoli in due liste distinte. Crea due differenti campagne e attiva nuovi potenziali clienti.
Questo è solo un esempio. Fai un A/B test, ingegnati, prova differenti soluzioni, diverse grafiche e verifica, a seconda dei risultati, quella che ha performato meglio. Potrai trovare nuove soluzioni comunicative a cui non avevi pensato fin’ora e implementarli nella successiva newsletter.

 

4. Non aspettarti che le persone facciamo più cose in una sola volta

Tutti i giorni le persone sono concentrate e il più delle volte fanno più cose contemporaneamente.
A maggior ragione, quando sono in vacanza, si vogliono rilassare. Difficilmente un utente berrà un mojito e una tisana nello stesso momento.
Scegli un obiettivo e concentrati su di esso. Non inserire mille call-to-action nella tua newsletter altrimenti l’utente si potrebbe deconcentrare e perdersi nel funnel.
L’equazione corretta, soprattutto per l’Email Direct Marketing è 1 Goal = 1 CTA
È inutile scrivere email lunghe. Email chiare e coincise, con le informazioni necessarie al completamento dell’obiettivo, portano sicuramente a risultati migliori.

 

5. Metodi Offline per raccogliere nuovi iscritti sono altrettanto preziosi

Ancora oggi il 78% delle iscrizioni sono raccolte in modalità “face to face”, ovvero  all’interno di un punto vendita o comunque di fronte a un venditore. Ancora oggi pensate che il 36% è raccolto attraverso moduli cartacei, durante fiere, eventi e convention.
Durante l’estate gli utenti partecipano a molti più eventi all’aperto. I modi migliori sono pop-up store, corsi e molto altro. Prova a portare online le persone che trovi “offline”.

 

6. Regala extra-premi a chi si iscrive alla newsletter durante l’estate

La maggior parte della popolazione è in viaggio. Ci sono molto modi per coinvolgere nuovi utenti.
Il primo metodo è quello di offrire sconti o piccoli regali a chi si iscrive o che converte un obiettivo prefissato. Questo un metodo efficace per aumentare le conversioni durante un evento o una fiera in genere.

 

7. Prendi tempo per raccogliere il feedback degli utenti

L’obiettivo è quello di migliorare la propria strategia di email marketing in ottica di lungo periodo. Durante le vacanze i clienti hanno più tempo per rispondere a questionari o partecipare a customer satisfaction. Ovviamente anche in questi casi un incentivo non guasta e semplifica il lavoro di raccolta dei dati.
È molto utile in questo caso segmentare gli utenti per diversificare gli incentivi oppure per differenziare il questionario o il modulo di feedback. Perché farlo? Non è molto incentivante se, ad esempio, regalate un rossetto a un uomo.

 

Avete altri consigli?

Se avete altri suggerimenti o idee per mantenere vivi gli iscritti a alla vostra newsletter durante le vacanze estive, scriveteli nei commenti!

via

Luca Bovera

Marketing Communication Manager e ideatore at Marketing Creativo
Marketing Communication Manager per professione, progetti artistici che gli gironzolano in testa e una profonda curiosità che lo attira a vagare per il web alla ricerca della ultima chicca creativa.

Related posts:

Lascia un commento

Shares